Consigli utili

I segreti della K-Beauty | Cosa ho imparato grazie al Libro Beauty Secrets 🧖‍♀️😎

Ciao a tutti!!

Era da un pò di tempo che volevo condividere con voi tutto quello che ho imparato grazie al Libro Beauty Secrets sulla skincare coreana e sui famosissimi 10 Step del rituale di skincare. Avevo acquisto il libro nel negozio Miin Cosmetics di Milano qualche mese fa e da quel momento mi sono documentata tantissimo per approfondire il discorso  e per potervi raccontare di come ho modificato la mia skincare, cosa ho imparato e i benefici che ne ho tratto.

Ovviamente ragazze io non sono un’esperta, vi voglio solo parlare della mia esperienza e vi consiglio di documentarvi per bene se volete entrare anche voi nel loop della K-Beauty.

Con voi oggi voglio approfondire tre argomenti:

  • Come prendersi cura della propria pelle e come capire la propria tipologia di pelle;
  • Tips ed errori da non commettere;
  • I 10 Step della skincare coreana

Vi lascio alla lettura del post, spero che lo possiate trovare interessante e quindi direi di partire! 😉

Credo sappiamo tutti che sono tre le principali categorie di pelle, possiamo classificarla come secca, grassa o mista e ora direte “e le pelli normali?”, si esiste questa categoria, ma grazie al libro ho scoperto che in realtà quasi nessuno ha la pelle “normale” e che chi si identifica in questa categoria in realtà è probabile che abbia la pelle mista.

Quindi per poter prendersi cura in maniera davvero efficace della propria pelle, bisogna prima capire a quale delle categorie si appartiene e c’è un test che tutti possiamo fare a casa con estrema facilità. Basta lavarsi il viso con il detergente che usate abitualmente, asciugare bene il viso e non applicare nessun altro prodotto per almeno un’ora per vedere come reagisce la nostra pelle nel corso di questo lasso di tempo.

Bene, passata un’oretta, andate di fronte lo specchio ed osservate bene la vostra pelle:

  • Se notate diverse zone lucide e un aspetto grasso, allora la vostra tipologia di pelle è grassa
  • Se notate la zona T particolarmente lucida rispetto al resto del viso allora avrete la pelle mista
  • Se avete la sensazione di pelle che tira e non ci sono zone lucide, allora la vostra pelle è secca

Semplice no? Se volete fare il test affidandovi però a degli esperti vi consiglio di passare nei negozi Kiehl’s e anche da Sephora e chiedere di poter fare il test della pelle, ovviamente è gratuito e vi daranno anche alcuni campioncini di prodotti specifici per il trattamento della vostra tipologia di pelle 😉

Una volta capita a quale categoria di pelle si appartiene, sarà più semplice capire quali sono i prodotti che faranno al caso nostro e quelli da evitare. Penso sia importante capire quali segnali ci da la nostra pelle ed è fondamentale, in particolare per i prodotti che si usano per la skincare, capire che ogni pelle reagisce in modo diverso e che magari un prodotto che va bene per me, potrebbe non andare bene per un’altra persona, anche se rientra nella mia stessa categoria.

Ora andiamo a vedere qualche tips utile e quali errori è meglio non commettere per far si che i trattamenti che andiamo ad utilizzare possano funzionare al meglio per trarne cosi tutti i benefici.

Temperatura dell’acqua

Sembra scontato, ma sia che voi usiate solo acqua o che siate delle vere esperte (doppia pulizia vi dice qualcosa?) è fondamentale usare la giusta temperatura dell’acqua quando andiamo a detergere la nostra pelle. Ottimale è usare acqua tiepida, in quanto se troppo fredda sarà difficile pulire i pori in profondità, se invece troppo calda si potrebbere andare a danneggiare la barriera di idratazione che la pelle ha naturalmente. 

Esfoliazione: meglio Chimica o Meccanica?

Io sono una fan dell’esfoliazione, ma avendo una pelle sensibile la faccio solo una volta a settimana, massimo due e qui torna il discorso di capire l’esigenza della nostra pelle e non fare esfoliazione tutti i giorni perché la nostra beauty guru lo fa.

Per Esfoliazione Meccanica si intende l’azione di esfoliare manualmente la pelle con l’utilizzo di detergenti/maschere/creme che hanno al loro interno dei granuli. Di solito in questi esfolianti troviamo frammenti di semi o noccioli di frutta che fanno appunto da scrub sulla nostra pelle. Questo tipo di esfoliazione è consigliabile eseguirla al mattino e sarebbe meglio evitare quelli che hanno i frammenti di semi o noccioli di frutta perché potrebbero essere troppo aggressivi per la pelle.

L’ Esfoliazione Chimica invece utilizza acidi per aiutare ad eliminare le cellule morte dalla pelle. Sono due le tipologie di acidi più usati, gli alfaidrossiadici (AHA) come ad esempio l’acido lattico o l’acido glicolico e i betaidrossiadici (BHA) di cui fa parte l’acido salicilico. Gli AHA lavorano in superficie, mentre i BHA vanno più in profondità penetrando nei pori. Questo tipo di esfoliazione è preferibile farla alla sera in quanto foto-sensibile.

Quale delle due è migliore? Per quella che è la mia esperienza e la mia tipologia di pelle, trovo che faccia più effetto l’esfoliazione chimica, ma vi ripeto dovete testare, provare quale delle due va più d’accordo con la vostra tipologia di pelle.

Maschere viso: tempo di posa ottimale

Qui viene per me il tasto dolente, perché ero solita lasciare in posa le maschere finché non si seccavano, magari per il tempo di una puntata di una serie Tv, quindi circa 40 minuti e sbagliavo alla grande!

Le maschere viso devono essere lasciate in posa per il tempo stabilito, non di più e non di meno, perché trascorso il tempo la maschera secca andrà ad assorbire l’idratazione e i benefici che la pelle ha ottenuto nel frattempo. Non sono riutilizzabili, quindi anche se trascorso il tempo di posa la maschera è ancora imbevuta, vi consiglio di applicare il siero rimanente su altre parti del corpo, come gambe, braccia e collo 😉

Ma il contorno occhi quando lo metto?

Grazie al libro Beauty Secrets ho finalmente capito in quale momento della mia skincare è preferibile applicare il contorno occhi. Si applica prima della crema viso in modo tale che il contorno occhi possa assorbire bene i benefici dal trattamento applicato, al contrario se applichiamo prima la crema viso si andrà a creare una sorta di barriera che impedirà di assorbire bene la crema contorno occhi.

Le Pelli Grasse devono essere idratate?

Io ho la pelle secca, ma trovo sia interessante capire cosa necessita una pelle grassa e per molto tempo anche io credevo che una pelle grassa non avesse bisogno di essere idratata, ma cosi non è. Anche questa tipologia di pelle deve essere idratata perché se disidratata genera ancora più sebo!

E veniamo finalmente agli step di una corretta skincare coreana, troverete la lista per la Routine Diurna e per la Routine Nottura, divise a loro volta in Livello Base e Livello Esperto.

I 10 Step della skincare coreana

I 10 Step della skincare coreana-4

 

Spesso mi sono chiesta quanto dovessi aspettare tra uno step e l’altro e il libro avevo la risposta per me e basta qualche secondo, il tempo per far si che il prodotto venga assorbito. Ovviamente regolatevi secondo la vostra tipologia di pelle, ma in generale parliamo sempre di qualche secondo.

Vista questa lista, non spaventatevi, non bisogna ricorrere all’acquisto compulsivo e avere ogni singolo prodotto, è bene iniziare con pochi prodotti e senza fretta, vedere come la pelle reagisce e mano mano inserirne altri nella nostra skincare. Io ad esempio nella mia routine notturna non faccio la maschera viso ogni giorno, ma in generale faccio una volta a settimana la maschera all’argilla e un paio di volte la maschera idratante o monouso o in crema.

Quindi ragazze, come vi dicevo anche all’inizio di questo articolo, capite cosa la vostra pelle necessita, come reagisce e non applicate prodotti a caso 😉

Io spero che questo articolo vi sia piaciuto, è frutto di mesi di lettura e di test sulla mia pelle, se volete approcciarvi alla K-Beauty vi consiglio vivamente di leggere il Libro Beauty Secrets, vi lascio il link diretto per dargli un’occhiata —–> Libro Beauty Secrets

Voi siete fissati come me per la skincare? Conoscevate gli step della skincare coreana?

 

Alla prossima!! ❤


Post precedente —-> I miei prodotti finiti #4

 

Se vi va seguitemi anche su:

Facebook: FrancyPota Blog

Instagram: @franciii92pota

E ricordatevi di seguirmi qui sul blog, cliccando su “Iscriviti Francypota” ❤

10 pensieri riguardo “I segreti della K-Beauty | Cosa ho imparato grazie al Libro Beauty Secrets 🧖‍♀️😎

  1. Ovviamente lavorando nel campo sapevo già le cose che hai scritto ma ho trovato il tuo articolo molto piacevole da leggere e sicuramente sarà di aiuto a molte ragazze 🙂
    I prodotti da provare non sono mai abbastanza XD e la skincare coreana ci ha dato modo di provare le essence che fino a qualche anno fa ad esempio non usavamo. Sono sempre dell’idea che bisogna trovare la nostra personale routine così come hai detto tu. Si possono usare 2 prodotti o 10 ma tutto deve essere in base alle esigenze della nostra pelle per avere dei buoni risultati. Un bacio!

    Piace a 1 persona

  2. Interessante questo articolo Franci! La questione della skincare coreana mi ha sempre attirata e man mano ci ho preso confidenza anche io. Premetto che, però non faccio tutti gli step ogni giorno. Mi attengo per lo più agli step base e una, due volte a settimana provvedo a maschere ed esfolianti. Sai che la questione della temperatura dell’acqua per me è una cosa del tutto nuova?! Io prediligo l’acqua fredda o al massimo tiepida. Quella calda, anche in inverno, sul viso non riesco proprio ad usarla. Sento che non mi sveglia abbastanza XD

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...